Le declinazioni dell’amore. L’amore di Gesù e quello di Pietro

tracceRiflessioni di Anita tratte da NoemiForum

.
Vi sarà forse capitato di ascoltare un’esegesi del brano di Giovanni 21,15-17: "Quand’ebbero mangiato, Gesù disse a Simon Pietro: "Simone di Giovanni, mi ami tu più di costoro?". Gli rispose: "Certo, Signore, tu lo sai che ti amo". Gli disse: "Pasci i miei agnelli".
Gli disse di nuovo: "Simone di Giovanni, mi ami?". Gli rispose: "Certo, Signore, tu lo sai che ti amo". Gli disse: "Pasci le mie pecorelle".
Gli disse per la terza volta: "Simone di Giovanni, mi ami?". Pietro rimase addolorato che per la terza volta gli dicesse: Mi ami?, e gli disse: "Signore, tu sai tutto; tu sai che ti amo". Gli rispose Gesù: "Pasci le mie pecorelle"."

Vi sono 3 verbi in greco per dire "amore" e corrispondono a tre gradi qualitativamente crescenti di questo sentimento:
eros= l’amore del reciproco piacere
filia= la benevolenza, l’amicizia
agape= l’amore incondizionato e gratuito, la carità.

Quando Gesù chiede a Pietro "mi ami?" usa per le prime due volte la parola agape, ma Pietro risponde con la parola filia… nella sua piccolezza non arriva a rispondere con l’agape.
Gesù notando la fatica di Pietro, non si ostina, e la terza volta gli pone la stessa domanda usando egli stesso la parola filia… come a dire: se tu non arrivi a me, io mi abbasso verso di te.

Leggi tutto…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...