L’amore di due donne, il Sindaco e il non matrimonio di Torino

locarno_giulia .
Riflessioni di Freedom tratte da NoemiForum del 28 febbraio 2010
..

Leggo su  omoios.blogosfere.it che:  «Alla fine Sergio Chiamparino ha fatto il grande passo . O meglio, il "sì" l’hanno pronunciato – simbolicamente – Debora e Antonella, che da oggi, dopo nove anni di convivenza, potranno sentirsi unite da un legame speciale.
Che proprio il sindaco di Torino, però, ha voluto rendere tale presenziando alla loro festa in un ristorante torinese. 
(…)  Lui, oggi, tra mille prudenze e altrettanti singolari "distinguo", ha mantenuto quell’impegno: "Non posso sposarvi perché la legge italiana non lo consente – ha detto commosso alle due spose, nel discorso alla Rotonda del Valentino – ma ho voluto presenziare questa bella cerimonia augurandomi che la mia presenza possa servire a far dire a tutti che siete cittadini di serie A, come tutti noi". "Sono qui per mettere un sigillo simbolico su questa unione – ha aggiunto – Questo è un momento che manda un messaggio forte di felicità e di sofferenza. Di felicità perché è evidente che vi amate tanto, di sofferenza perché non vi è possibile riconoscere pienamente questo vostro amore"».

Torno sulle "prudenze" e sui "distinguo": in particolare mi perplime la questione della fascia tricolore, che il sindaco Chiamparino ha scelto di non indossare – "ovviamente", dice addirittura l’Ansa – alla festa di Debora e Antonella.

Mi dà fastidio perché se Debora e Antonella – anziché sposarsi – avessero inaugurato una salone di parrucchieri, magari al posto del sindaco arrivava un assessore ma – state certi – munito di coccarda.
La prudenza di non "esporre" il tricolore a quella cerimonia l’ho trovata in aperta contraddizione con quel richiamo ai cittadini di serie A e fa il paio con l’altro richiamo, espresso addirittura sotto forma di ringraziamento: «Vi ringrazio – ha detto Chiamparino – per aver capito subito che questa cerimonia non poteva svolgersi in un luogo istituzionale, perché nelle istituzioni devono avvenire atti legali».

La domanda è: alla Rotonda del Valentino si è svolto qualcosa di illegale? Non credo, altrimenti sarebbe necessario sanzionare. C’è stata una cerimonia simbolica, semmai, nemmeno un "atto": immagini di essere stato a teatro, caro sindaco. E non mi dica che quando in scena vede Otello uccidere Desdemona si mette a chiamare i carabinieri.

Quella rappresentazione avrebbe potuto farla ovunque, l’importante era non registrare in alcun modo l’atto. Finzione, "puff". Nulla di illegale, niente di pericoloso.
Ci hanno abituato a guardare sempre il bicchiere mezzo pieno e molti oggi – giustamente – hanno esultato. Ma la postilla, secondo me, non può passare sotto silenzio.

Fuori dal ristorante c’era il "solito" presidio di Forza Nuova: una decina di militanti in tutto con uno striscione con la scritta “Più figli, meno omosessuali”. E se il figlio è omosessuale, che si fa? 😉

Annunci

3 Comments Add yours

  1. elisabetta ha detto:

    Secondo me bisogna comunque apprezzare il gesto di sensibilità dimostrato dal sindaco Chiamparino nel partecipare all’evento,se poi non aveva la coccarda o se ce l’aveva mi sembra solo una polemica non giusta…anche noi per primi spesso non siamo testimoni della nostra omosessualità o della nostra fede in pubblico…sono cose che verranno col tempo ,con la nostra maturazione ..e allora lasciamo anche ai politici o alla Chiesa il tempo di maturare!!!

  2. Anna ha detto:

    Sono d’accordo con Elisabetta,anche per noi che siamo i diretti interessati non è stato facile accettarci per quello che siamo,ma non per colpa degli altri,ma per i pregiudizi e le riserve che risiedono dentro ad ognuno di noi.
    Rispetto a un pò di anni fa passi importanti sono stati fatti e altrettanti ne verranno fatti in futuro,andiamo avanti decisi e spero uniti.
    Un abbraccio a tutti.

  3. ann@ ha detto:

    …ma come a tutti i motrimoni c’è sempre chi critica l’abito della Sposa o la cravatta dello sposo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...