Una madre cattolica racconta: ‘Io e le mie figlie, gemelle e lesbiche’

il

storieTestimonianza di Florence Balog* pubblicata sul newsletter Fortunate Families del Dicembre 2005, liberamente tradotta da Tommaso
.
Sono un membro della parrocchia di St. Andrew. Io e mio marito Steve siamo genitori di due figlie gemelle e lesbiche di trentacinque anni.
Le nostre figlie gemelle hanno fatto il loro coming out con noi dopo il loro primo anno di College tanti anni fa (nel 1990).  La rivelazione del loro orientamento sessuale non ha cambiato il nostro amore per loro. Siamo stati noi a cambiare.

Eravamo confusi e spaventati dalla rivelazione delle nostre figlie. Sia la società sia la chiesa, per come le conoscevamo, condannavano l’omosessualità. Per cinque anni siamo stati in silenzio; abbiamo tenuto il segreto in noi stessi.
Quando vicini, amici, parenti, parrocchiani della St. Andrew ci chiedevano: “Come stanno le vostre figlie? Non sono ancora sposate?” rispondevo sempre qualcosa come: “Beh, sapete, sono impegnate a fare le loro cose”.
Ho iniziato a notare che ogni volta che rispondevo in tal modo, sentivo uno “strattone” nel centro del mio essere. Ho iniziato a rendermi conto di non essere sincera con me stessa.

Leggi tutto…

Annunci

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. Anna ha detto:

    Ho negato per anni a me stessa il meraviglioso incontro con Dio attraverso l’accostamento all’Eucarestia,perchè la Chiesa condannando la mia omosessualità me lo negava.
    Ho sofferto e ho provato rabbia per tutto questo.
    Da qualche mese,ho sentito dentro di me un forte e deciso bisogno di ricominciare ad andare a Messa e a ricevere la Comunione,e sono felice.
    Nessun prete,nessun vescovo potranno impedirmi di fare questo,perchè significherebbe negare Dio stesso,e l’amore che sento che lui ha per ognuno di noi.
    Ciao a tutte
    Anna

  2. Giovanna d'arco ha detto:

    Bentornata allora!

    Il richiamo di Dio è più forte di qualsivoglia essere umano,c’è poco da fare.
    Dio è Padre e Madre e va al di là del contenitore Chiesa,che non è altro che uno strumento per realizzare i fini divini.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...