Jago e la destra

persone transessualiRiflessioni di Lavinia Capogna

.

William Shakespeare ambientò alcune tragedie e commedie in Italia. Una di queste "Otello" è un capolavoro.
Si pensa che sia un dramma della gelosia ma credo che sia più il dramma di come un falso amico e una falsa idea possano essere distruttivi.

Otello, che è un valoroso condottiero africano al servizio nel 1500 della Repubblica di Venezia, ama una fanciulla nobile, Desdemona, che sarà la moglie più innamorata e fedele.
Ma Jago, per vendetta, metodicamente instillerà la falsa idea all’ingenuo Otello che la giovane sposa lo tradisce.

La destra italiana si sta comportando come Jago. Sta cercando di suggestionare il movimento Glbt(gay, lesbico, bisex, trans)e farselo amico.
Sussurra che è amico dei gay, che è contro l’omofobia anche se poi alla Camera vota contro la legge presentata dall’onorevole Paola Concia del Pd.  Ora fa uno spot. La pubblicità è qualcosa che vende un prodotto.image

Lo spot contro l’omofobia mostra una situazione drammatica: l’eroe è un infermiere o un portantino che salva una donna. Naturalmente è un’immagine drammatica e un uomo sta salvando una donna.
E una seria voce fuori campo chiede se avrebbero importanza alcuni elementi di quell’uomo coraggioso, tra cui che numero di scarpe indossa (cosa che nessuno si chiederebbe credo) e tra le altre se fosse omosessuale.

Questo retorico e surreale spot vuol dirci: quell’uomo forte e probo potrebbe essere gay ma ti sta salvando forse la vita.
E questo spot dovrebbe convincere gli omofobi o gli omosessuali? Gli omofobi sono in gran parte di destra e estrema destra per tradizione. Per altro papalini poco cristiani.

Anche il centro sinistra ha i suoi omofobi come l’onorevole Binetti ma è una su centinaia.
La destra, soprattutto di Fini, tenta un approccio con i circoli, la Carfagna cambia idea.

Ma sinceramente ho poca fiducia nella buona fede dei politici di destra. Come Jago lambiscono i gay e intanto lasciano in mare africani e deportano in luoghi sperduti rom e sinti.

Ma i gay come minoranza che cosa hanno di più? Gli omosessuali votano! Sono cittadini e cittadine italiani anche se senza leggi che li difendono da discriminazioni e quasi unici europei senza unioni civili.

Ma votano e son di più delle statistiche. Non condivido la nuova teoria che la destra e la sinistra non ci siano più.

Se il movimento Glbt o parte di esso cadrà nell’inganno, cercando una falsa integrazione senza diritti, avrà un brutto risveglio.

Se manterrà integrità etica e non tradirà le sue radici ribelli e di sinistra potrà dirsi ancora fiero e lottare pacificamente contro l’omofobia, l’ignoranza, anche per le altre minoranze discriminate.

Annunci

2 Comments Add yours

  1. Rosa ha detto:

    Cara Lavinia,

    come già dicevo in altre occasioni l’attuale destra al governo non la considero neppure destra. Con persone che fanno del razzismo, del machismo e della caccia al clandestino le proprie bandiere non ci può essere discussione. Non ci sono compromessi là dove persone colluse con la mafia, con la corruzione, con il denaro disfano ogni giorno la nostra costituzione. Devono andare a casa e restarci un pò per riflettere. Questa per me non è destra e Jago può tranquillamente tessere i suoi inganni. Eppure la destra italiana ha avuto uomini e donne illustri nella nostra storia, viceversa Bersani puoi considerarlo di sinistra? Uno che dice a Berlusconi che ha il diritto di difendersi dai processi e non nei processi? D’Alema che ha varato i finanziamenti per le scuole private cattoliche praticamente equiparandole a quelle pubbliche, è di sinistra? Gente che ha sfaldato la propria base sociale con leggi inique sul lavoro? Allora forse, destra e sinistra hanno bisogno di ridefinizione. Cominciamo a capire chi si riconosce nel patrimonio della nostra costituzione, chi si muove nel rispetto delle leggi e dell’uguaglianza di tutti cittadini, chi ha a cuore un lavoro dignitoso per tutti e con questi dialoghiamo sul serio prima che Desdemona muoia.

    Un caro, carissimo abbraccio

  2. Lavinia ha detto:

    Cara Rosa,non conosco persone illustri nella destra.Magari liberali antifascisti ma non di destra come Benedetto Croce.Quando penso alla sinistra penso all’esempio di Antonio Gramsci,Enrico Berlinguer,Pietro Ingrao,Rossana Rossanda e ai partigiani di cui ho avuto la fortuna di conoscere Lallo Bruscani dei Gap e Lucia Faustina Pulcini.La destra dal 1922 è sempre stata fascista.La sinistra oggi ha grandi difetti e stimo solo,tra i politici noti,Di Pietro e Rosy Bindi.Un abbraccio forte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...