A scuola di tolleranza. Un progetto didattico per le scuole per combattere l’Omofobia

scuolaProgetto didattico realizzato dall’Human Rights Resource Center (University of Minnesota) edito da Amnesty International USA e da Lesbian and Straight Education Network (GLSEN) nel  2000, liberamente tradotto da Erica

.

Questo progetto si basa sull’ascolto e la discussione in classe, prima gli studenti ascoltano quello che concerne le difficoltà che vivono gli  adolescenti che combattono contro l’omofobia o leggono le testimonianze di studenti gay o etero e di insegnanti su quello che riguarda l’omofobia.
Storie che  mostrano come l’omofobia contribuisca a creare un clima di ostilità nella scuola e nella società che fa diventare l’adolescenza un periodo particolarmente duro da attraversare.
Si conclude l’attività con una discussione tra studenti e insegnanti su che cosa dovrebbe essere fatto per rendere le scuole meno ostili ai giovani gay e alle lesbiche.

Leggi tutto…

Annunci

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. Lavinia ha detto:

    Questo progetto mi pare molto interessante e grazie ad Erica che lo ha tradotto.Parlare,far conoscere,confrontarsi,ascoltarsi tra ragazze e ragazzi omosessuali e ragazze e ragazzi etero sarebbe bello e importante.Alcuni anni fa il regista Cipelletti realizzò un bel documentario all’università di Milano partendo da qualcosa di simile a questo progetto.Era intitolato “Nessuno uguale”.Leggo su un sito glbtq una notizia e scusate se inserisco qui un commento:monsignor Kaleta avrebbe detto che un gay in Vaticano sarebbe una profanazione.Ma un grande artista,un sincero cristiano,un gay vi entrò 5 secoli fa chiamato da un Papa e vi compì opere mirabili:si chiamava Michelangelo.

  2. Paola ha detto:

    Il progetto ”A scuola per conoscerci” é estremamente discutibile:
    -le lezioni devono essere svolte dal corpo docente , non da volontari omosessuali.
    -I genitori dovrebbero essere informanti, per iscritto e dovrebbero avere la facoltá di accettare o pure no che il proprio figlio partecipi a tale “lezione”.
    – Questi “signori” dovrebbero avere il coraggio e il buo senso di dire alle classi non solo ció che porta loro dei vantaggi , ma la veritá:in Italia il piú grande centro di educazione omosessuale é intitolata ad un pedofilo: Mario Mieli (vedi wikipedia).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...