Beth Ditto. Grassa, lesbica e senza veli

Il segreto del successo di Beth Ditto, vocalist della band Gossip, è nella voce.

Monumentale, piena, possente quanto la sua stazza.
Ma la realtà è che non sono solo le indubbie qualità canore, ad aver trasformato questa ventiseienne dell’Arkansas in un’icona planetaria.

Perché se lei è uscita di prepotenza dal ghetto dell’indie-rock, diventando una star a 360 gradi, è per il suo aspetto decisamente insolito, all’interno dello showbiz: 95 chili di peso, corpo pesante su un faccione che resta impresso.

E senza nessuna timidezza estetica, visto che nei concerti, così come nelle foto per le riviste, appare spesso strizzata in abiti aderentissimi, o in lingerie.
Insomma, una rappresentazione trionfante di quel "grasso è bello" che sembra essere il naturale – e ugualmente estremo – antidoto all’anoressia imperante a Hollywood.

Beth  è anche lesbica dichiarata, … sempre pronta a lanciare crociate contro le follie di una società ossessionata dalla "taglia zero".

"E’ incredibile avere come obiettivo massimo il diventare uno zero – attacca in una intervista – invece di voler dimostrare di essere intelligente, o creativa, diventando ad esempio una grande infermiera, o un medico, o un avvocato. La cosa più importante al mondo è invece il diventare un nulla".

"Alcune persone sono abbondanti, altre basse, altre alte, altre ancora hanno gli occhi blu – conclude Ditto – alcune, infine, sono cieche: il mondo reale è questo".

Insomma, è vario. E come darle torto? (Repubblica, 16 settembre 2007)

 

[  In alto Video dei The Gossip dal singolo Heavy Cross (2009) ]

Annunci

Un commento Aggiungi il tuo

  1. Lavinia ha detto:

    Concordo con Beth per le sue idee:il modello unico imposto da Hollywood ma soprattutto dal mondo falso della moda e delle tv nega l’unicità di ogni donna e la sua personale bellezza.Questo modello dominante di taglia 40 influenza e fa star male tante adolescenti che non sanno che Marilyn Monroe indossava la taglia 48.Nell’articolo vi è un errore:una cosa è un modello e un’altra cosa è l’anoressia vera e propria che è un disturbo psicologico curabile ma che crea tanta sofferenza e che nelle situazioni più estreme può portare alla morte ragazze e ragazzi o causare gravi danni fisici.E’ indubbio che certi modelli imposti dalla società favoriscono l’anoressia con evidente guadagno economico di molte persone.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...