Strage di Viareggio. L’amore dimenticato di Sara ed Emanuela

newsRiflessioni di Luisella Audero, referente GayLib Toscana, del 27 luglio 2009

.
Ieri sera alla Fondazione Gaber, in una serata estremamente commuovente e partecipata all’inverosimile, dedicata alla commemorazione delle vittime della strage del 29 giugno scorso a Viareggio (ndr dove l’esplosione di un carro-cisterna di gpl presso la ferrovia ha provocato un rogo immane, numerosi morti e feriti), c’è stata una nota stonata.
Un velo di ipocrisia ha coperto la storia di una coppia omosessuale, quella di Sara ed Emanuela.

Leggi tutto…

Annunci

5 Comments Add yours

  1. Lavinia ha detto:

    Ciao Luisella,capisco le tue ragioni ma penso che solo Sara ed Emanuela avrebbero potuto dire come avrebbero voluto che il loro amore fosse chiamato quella sera davanti a tanta gente.La scelta di dichiararsi è una scelta che solo le persone omosessuali possono fare.Forse Sara ed Emanuela sono state definite amiche per ipocrisia,come dici tu,forse per riservatezza.Speriamo invece che la ragazza in ospedale possa tornare a Viareggio e un giorno lontano ritrovare la sua compagna.Un proverbio slavo dice:gli amori iniziano in Terra e continuano in cielo. Un abbraccio forte alle vittime e ai sopravvissuti di questa immane tragedia che ha colpito Viareggio e tutta l’Italia.

  2. sandra ha detto:

    condivido in pieno con l’ultima frase che ha scritto, ossia di finirla con l’ipocrisia, e che non si vergognano di amare perchè l’amore non ha sesso, non ha età, non ha razza…” è vero! chissà perchè la maggioranza dei prelati della Chiesa ancora non lo capisce questo!

  3. Antonietta ha detto:

    emanuela, ti abbraccio con tanto affetto.

  4. valenitna ha detto:

    Chi era loro vicino, chi le amava, non ha avuto problemi a non averlo sentito dire. Davanti alla tragedia, a volte è meglio non dar da mangiare ai “pescecani”. Adesso che anche la Manu non c’è più, non ci resta che ricordare due splendide persone e il mondo, senza la sarina e la manu, per alcuni esseri umani, è veramente cambiato.
    vi amerò per sempre, siete le mie stelle,
    aiutateci da lassù,
    Valentina

  5. Edoardo ha detto:

    Io credo che la spiegazione più semplice è che se sono state definite amiche è semplicemente perchè chi le ha citate magari non sapeva della loro relazione. Sicuramente se c’era qualcuno che doveva rendere pubblica la cosa erano solamente i parenti stretti delle vittime e se non hanno ritenuto di farlo avranno avuto le sue buone ragioni. Certamente la cosa non spetta ad una aspirante giornalista sbandieratamente lesbica in un forum aperto a tutti. Quindi eviterei di fare tanta dietrologia sull’accaduto nel rispetto delle vittime e dei loro familiari.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...