Attimi di un amore. Il nostro cammino nella speranza

 

testimonianzaTestimonianza di Rebecca (Reby) e Serena

 

Ciao a tutti, abbiamo letto i racconti della vita di tante lesbiche e vorremmo raccontare il nostro cammino nella speranza che possa dare delle idee a tante ragazze che vorrebbero… ma non osano. Dico ragazze perchè anche noi ci riteniamo ancora giovani; rebecca 30 anni, io 29.
Insieme dai tempi dalla guerra di Troya, 10 anni, conviventi da otto e sposate da 2 anni in Spagna (spero che i sacerdoti non inorridiscano).

 

Leggi tutto…

Annunci

10 Comments Add yours

  1. P.G. CRIS ha detto:

    A REBY E SERENA: COMPLIMENTI E LUNGA VITA FELICE INSIEME!

    Complimenti, davvero, per la vostra grinta, … ma si sa…?
    questi sono i Miracoli che solo l’Amore fà….!!

    Una vostra frase vorrei rimarcare:

    “Se ci mettiamo a pancia in su e guardiamo il firmamento, ci convinciamo che il Creatore ha sicuramente la mente più aperta di chi l’ha messo in croce”

    Bella, bella davvero!

  2. Lavinia Capogna ha detto:

    Care Rebecca e Serena,grazie per la vostra bella testimonianza che aiuterà tante lettrici.Si sente la vostra vitalità che sa affrontare gli ostacoli.Omnia vincit Amor,scriveva il poeta Virgilio duemila anni fa.Un abbraccio grande.

  3. gianfranco ha detto:

    Il creatore li fece maschio e femmina poi li benedisse, andate riempite la terra.
    Dio ci accoglie come siamo se andiamo a lui con fiducia ma non ci lascia come siamo.
    Io ho visto la mia vita trasformata dall’amore di Dio, dove c’era l’egoismo ha messo compassione per il mondo.
    Gesù Cristo è lo stesso ieri oggi in eterno. Lasciati aiutare sicuramente ti vorrà sanare, vorrà farti cominciare una nuova vita.

  4. Lavinia ha detto:

    Ciao Gianfranco,scusami ma non ho capito a chi rivolgi il tuo commento mancando il nome della persona e che cosa andrebbe “sanato”?Riprendo il termine da te usato che in italiano si usa nel lessico legislativo,per esempio sanare un debito economico,ma che mi sembra tu usi nel senso di guarire.Grazie.Ciao.

  5. reby serena ha detto:

    caro gianfranco

    non capisco cosa voglia dire il tuo post
    saresti tanto gentile da spiegarlo in parole povere ? grazie
    riguardo alla nostra esperienza volevo dire.

    bacione

  6. P.G. CRIS ha detto:

    In effetti, anch’io vorrei capire bene a che si riferiscono certe affermazioni …

  7. P.G. CRIS ha detto:

    SCUSATE UNA DOMANDA A CHI GESTISCE IL BLOG:

    sto cercando di inviare la risposta per Cristian al suo intervento per l’articolo sul ‘Pride’, l’invio parte però non viene pubblicato…

    per caso ci sono problemi di spazio, visto che sono stati già fatti 8 interventi…

    vorrei rispondere a CRISTIAN e non so come fare …

    Qualcun* mi da un suggerimento ….

    INNOCENZO ogni tanto compare … attendo.

    Ci tengo a rispondere a Cristian, è stato molto gentile ed profondo nella sua risposta. Conservo il messaggio di risposta, nel frattempo che qualcun* mi dà indicazioni …

    SALUTI

  8. P.G. CRIS ha detto:

    …Sono riuscita ad inviare il messaggio a cristian …
    Grazie lo stesso …

  9. mariagrazia ha detto:

    Niente matrimonio a Barcellona per noi, una semplice cerimonia a Pinerolo in una comunità di base, con mia mamma presente…ma a Barcellona si è realizzato il nostro sogno ed è stata concepita la nostra “piccola pulce”, nell’attesa che realizzino anche il secondo “pulc*” e perchè no, magari con un mutuo anche il terzo! Ci vogliono soldi, tanti soldi. Per noi che dobbiamo fare analisi su analisi e poi voli aerei e tentativi; certo non si può dire che i nostri figli non siano stati cercati e fortemente voluti. E progettati, sognati, dedsiderati e AMATI.
    Buona fortuna, e che i vostri bimbi siano sani, forti… e che dormano!

  10. reby serena ha detto:

    ciao mariagrazia
    anche il nostro sogno si sta realizzando: reby è incinta di due mesi, anche noi a barcellona.
    quando ci siamo sposate era obbligatorio avere la residenza, un lavoro, una casa e pagare le tasse in spagna per almeno uno di coppia. La nostra fortuna è stata che il gruppo nel quale lavoriamo aveva ed ha una sede vicino a barcellona, per Reby è stato abbastanza facile abitarci virtualmente dopo essere stata trasferiata nella sede spagnola. Pagando le tasse si ha diritto anche alla loro mutua che ti rimborsa circa l’80% delle spese. Non è poi così difficile tr

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...