Essere lasciata. effetti secondari dell’amore

 

testimonianzaTestimonianza di Lavinia Capogna

 

Essere lasciate può essere molto doloroso. Per me è stato così quando Milena mi ha lasciata da un giorno all’altro, senza che ci fosse stata una crisi, una lite, un’azione scorretta da parte mia.

Milena mi ha lasciata all’inizio dell’estate 2008 senza spiegazioni e attraverso un sms. Era un martedì e verso le 9 o le 10 squilla la musica degli sms e leggo parole gentili, determinate e terribili. Il senso è non sentiamoci più.

 

Leggi tutto…

Annunci

17 commenti Aggiungi il tuo

  1. P.G. CRIS ha detto:

    “… un’ombra del passato che si comportò da idiota.”
    hmm…

    Poema: Álvaro de Campos (Fernando Pessoa)

    Todas as cartas de amor são
    Ridículas.
    Tutte le lettere d’Amore
    sono ridicole.

    Não seriam cartas de amor se não fossem
    Ridículas.
    Non sarebbero lettere d’Amore
    se non fossero ridicole.

    Também escrevi em meu tempo cartas de amor,
    Como as outras,
    Ridículas.
    Anch’io scrissi a mio tempo lettere d’Amore
    Come le altre,
    Ridicole.

    As cartas de amor, se há amor,
    Têm de ser
    Ridículas.
    Le lettere d’Amore, se c’è Amore,
    hanno di che essere ridicole.

    Mas, afinal,
    Só as criaturas que nunca escreveram
    Cartas de amor
    É que são
    Ridículas.
    Ma, alla fine,
    solo le creature che mai scrissero
    lettere d’Amore
    è che sono ridicole.

    Maria Bethania, cantante lesbica brasiliana, di fama
    mondiale, sorella di Caetano Velloso, più noto in Italia,
    ha interpretato testi di Pessoa, in una struggente canzone,
    disponibile su YOUTUBE come segue:

    Quando il postino arrivò
    il mio nome gridò
    con una lettera in mano
    Ah, che sorpresa tanto rude
    non so come poté arrivare al portone
    leggendo sopra, riconobbi
    la stessa calligrafia
    di chi mi disse un giorno
    “sono stufo di te”
    così non ebbi il coraggio di aprire la lettera
    perché nell’incertezza
    io meditavo e dicevo:
    “sarà di allegria o sarà di tristezza?
    Quante menzogne e tristi verità
    una lettera ci porta….”
    e così pensando strappai la lettera e la bruciai
    per non soffrire più.

    P.S.: ho lasciato la traduzione così ‘grezza’, in modo che
    chi voglia ascoltarla possa seguire meglio il testo
    in brasiliano.

    Bom dia.

  2. P.G. CRIS ha detto:

    giorni di silenzio
    giorni pesanti
    tra una chiacchiera e l’altra
    si consumano le idee e i pensieri
    che importa se una persona soffre?
    che importa se ad una persona non viene
    data un’altra possibilità
    trattata come spazzatura,
    alimenti che non servono più
    si pensa di poter vivere lo stesso
    il mondo è grande
    gira al largo!
    è una possibilità…
    ma per quanto lontano si possa andare
    e si possa essere, … lo spazio è solo
    un’illusione della nostra mente
    perché il mondo è più piccolo di quanto
    si possa immaginare
    il lontano è vicino
    perché non si può ignorare
    sempre il sacro momento della
    condivisione che fu.

    dedicato ad un’amica persa

  3. P.G. CRIS ha detto:

    Come stai?
    Ti curi con gli alimenti giusti?
    Non dimentico facilmente…
    E ci sono sempre.
    Un abbraccio spirituale,
    chissà almeno quello!

  4. P.G. CRIS ha detto:

    EFFETTI SECONDARI DELL’ AMORE….

    LA RINASCITA

  5. virginia ha detto:

    è una storia bella e commovente! Purtroppo credo che Milena avesse dei poblemi comportamentali … al di là della bellissima storia d’amore e che il suo tormento interiore la portasse ad altalenarsi tra l’amarti e il non amarti. …io sono sicura che ti ha sempre amata … ma non lo ha mai accettato neanche con se stessa.
    coraggio la vita continua …. peggio per lei che non ha avuto il coraggio di guardarsi dentro e vedere i suoi reali sentimenti

  6. Lavinia ha detto:

    Ciao Virginia,grazie per le tue parole.Al di là del triste epilogo,come ho scritto nella riflessione,auguro a Milena ogni bene.Se si fosse confidata su i suoi problemi l’avrei aiutata in ogni modo ma se non ha voluto o non ha potuto farlo non la giudico.Il dialogo sincero è una grande cosa.Un caro saluto.

  7. antonio ha detto:

    Ciao Virginia, mi chiamo Antonio ti ricordi di me? e da un pò che non ti scrivo. Lo sai quella cena/buffet che dovevamo fare. E statto un successo! hanno partecipato quattro ristoranti: Peperino, Pirona, Suban e Savron. Abbiamo fatto al ristorante “Peperino” di fronte al tribunale di Trieste. c’èra tutto il Comune! peccato che non sei venuta! il corso e finito il dodici di Giugno. Ti saluto cordialmente. Antonio.

  8. antonella ha detto:

    Ciao,
    capisco bene quanto possa essere doloroso..sopratutto quando in realtà ci accorgiamo che dobbiamo per l’ennesima volta accettare scelte di altre persone , dobbiamo ancora ua volta darci risposte a quelle domande lasciate cadere lì…e non sappiamo mai se provare rabbia per dimenticare o vivere il dolore ricordando….comunque se vuoi puo scrivermi magari ci si cnfronta ….

  9. Lavinia ha detto:

    Ciao Antonella,grazie per le tue parole.Amavo molto Milena e non mi aspettavo quella rottura da parte sua e in quel modo con un sms dalla Lombardia.Credo che emotivamente non ho ancora superato del tutto il trauma.Essere lasciate o lasciati è comunque un trauma a cui ogni persona reagisce e che affronta emotivamente secondo il suo carattere,la sua energia interiore,la sua storia personale che gli psicologi chiamano vissuto.E’ dura per tutti,lesbiche,gay,trans,etero,giovani,meno giovani ma anche se è naturale star male la ragione ci pone la domanda:vale la pena di star male per chi non ci ama e ci ha nuociuto?Si può lasciare qualcuno ma spiegando le ragioni e non facendo mancare l’affetto fraterno se il sentimento amoroso è finito.Ho scritto la riflessione nella speranza di aiutare le persone che sono state lasciate come me.Dalle tue parole temo ma spero di sbagliarmi che anche tu abbia vissuto questo trauma.Se mi vuoi riscrivere mi trovi qui su Noemi.Un caro saluto.

  10. P.G. CRIS ha detto:

    ” Si può lasciare qualcuno ma spiegando le ragioni e non facendo mancare l’affetto fraterno se il sentimento amoroso è finito …”

    Il problema è quando certi atteggiamenti subìti, poi, si ‘riproducono’ in altre situazioni, … come per affinità …

    e la catena del dolore non si esaurisce mai …

    Bisognerebbe avere ‘il coraggio’ dell’inversione psicologica.

    Perdonare da solo non basta … se non si vuol costruire sul ‘perdono’, … il perdono stesso è sterile.

    Considerazioni generali e di vita.

  11. antonella ha detto:

    ciao lavinia, finalmente ieri ho liberato il mio pensiero daal’idea di un legame con lei….sai non è un caso che si chiami come me….fporse dovevo capire qualcosa di me….forse un ciclo del mio passato doveva chiudersi …ci sono perchè nella vita a cui una risposta non è dato sapere….ma io ho deciso di vivere dell’amore senza accontentarmi di bricciole….
    io sono stata mollata con una telefonata dalla campania invece : )

  12. Lavinia ha detto:

    Ciao Antonella,mi dispiace che la tua ragazza ti abbia lasciata.Se ti va e se hai tempo perché non racconti su questo sito la vostra storia,cambiando,se vuoi,i nomi e i luoghi per rispetto della privacy?Se te la senti potresti aiutare le lettrici di Losguardodinoemi e scrivere ha un valore taumaturgico,guaritore.Noi volontarie di Gionata.org e di Noemi ti siamo vicine,non sei sola.Se vuoi scrivere l’email è Gionatanews@gmail.com Un abbraccio.

  13. antonella ha detto:

    Pensiamoci bene , qual’è il dolore più grande …non ricevere più amore o non poterne più dare per provare piacere a farlo….??? Sai lavinia credo che in realtà sia proprio questo quello che mi turba , al di là della storia in se…è il nonj riuscire più a sentirmi libera di amare a mio modo …non poter più inventare mille romantiche attenzioni da poter donare a chi comunque ho amato intensamente….a un certo punto mi sono ritrovata ad essere innamorata del mio amore stesso…e dall’altra parte timidi e compiacenti “si” alcuni veri…altri forse di circostanza…non è il faato che lei sia tornata con la sua ex che mi può far imbestialire perchè come si può arrrabbiarsi con una persona perchè ha la colpa di amare qualcun ‘altro?? non è colpa è Amore (forse) e lo sai che di ragione c’è molto poco….Lavinia ….grazie….

  14. Lavinia ha detto:

    Cara Antonella,ti capisco.Pensa che non sei sola.Le volontarie e i volontari di Noemi e Gionata sono con te.io e molte altre abbiamo vissuto l’essere lasciate.Come scrivevo in un altro articolo chi ha bisogno di aiuto deve ricevere aiuto e tra noi sei tra amiche e amici.Ti aspettiamo,scrivici quando ti va.In quanto alle domande che mi poni,Antonella,in questo momento non so risponderti perché una malattia invalidante mi fa stare k.o. la sera ma sono domande importanti e ci rifletterò.Un caro saluto Lavinia.

  15. Lavinia Capogna ha detto:

    A distanza di un anno da quando Milena(un nome di fantasia per rispettare la sua privacy)mi ha lasciata faccio l’augurio a tutte le lettrici lesbiche e etero e a tutte le volontarie lesbiche e etero di Losguardodinoemi di aver incontrato o di incontrare un grande amore felice e di non essere lasciate ma se lo desiderano di costruire insieme un rapporto umano e sentimentale bello,sereno e dove l’amore sia il fondamento,la comprensione i mattoni e l’allegria la calce per una casa in cui essere liete.Ciao Lavinia.

  16. Lavinia ha detto:

    Un bel libro sul tema di essere lasciate in una storia d’amore tra donne(platonica o no)è “Perché questo è il brutto dell’amore” della scrittrice svizzera Nicole Müller,scritto se non ricordo ricordo a fine anni 90.

  17. Daniela ha detto:

    Ci si sente sempre così quando si viene abbandonati? Come se ti stessero strappando pezzo dopo pezzo la pelle e la carne che ti ricoprono petto? La voglia di urlare, ma la voce che manca, la gola incandescente e il viso seccato dalle lacrime salate? Tu sei una donna forte almeno, hai subito ma hai anche accettato. io sono la classica donnina da poco, che si perde in pianti violenti e infiniti, straparla, lo supplica di tornare. Per poi biasimarsi. Come fa a passare tutto questo dolore? Come si torna ad avere caldo e voglia di ridere?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...