L’una e l’altra. Lo sguardo di Noemi e le lesbiche credenti

rassegna stampaArticolo di  Patrizia Colosio tratto da listalesbica.it del 3 febbraio 2009

“Di solito l’abbinamento lesbica e cristiana è guardato con diffidenza, come dirsi nazisti ed ebrei al tempo stesso. Le credenti lesbiche rappresentano una minoranza nella minoranza perché si associa subito la credente ad una chiesa che la perseguita. Se si vedono le cose così è chiaro che il tutto appare come una sorta di masochismo spirituale. Ma le cose non stanno in questo modo”.
Rosa Salamone racconta, ad una redattrice di listalesbica.it, il suo cammino di lesbica credente e le motivazioni che l’hanno portata a collaborare con lo sguardo di Noemi, lo spazio web in cui “le lesbiche credenti si raccontano”.

Leggi tutto…

Annunci

4 commenti Aggiungi il tuo

  1. m. ha detto:

    Che bella questa intervista! Grazie.

    La parola “lesbica” non mi è mai piaciuta, forse perchè mi richiama le più becere fantasie erotiche dell’immaginario squallido maschile, dove due donne… rappresentano a volte il massimo, nella carenza di fantasia erotica …
    O forse perchè io sono “donna etero”? può essere. Forse è più facile “capire” il mondo dell’altro, quando l’altro è l’opposto di se stessi, che correre il rischio di scoprire dentro di sè tendenze che non si vorrebbe avere.
    Parlo di condizionamenti educativi ricevuti, non certo dei pensieri e delle riflessioni che la maturità della vita a volte riesce a darmi.
    Per tutto questo la parole “lesbica” mi suona con disagio. Devo ammetterlo. Un disagio che vorrei superare, sia chiaro! Vengo qui anche a questo scopo. A volte, anche a forza di usare una parola in un senso rispettoso, la parola stessa perde la sua connotazione negativa. 🙂

    Eppure… eppure tra le più belle parole d’amore che io ricordi, ci stanno quelle di Saffo: …” e così di Anactoria io mi rammento, ora che è lontana. Di lei vorrei veder l’amato passo e la luce che risplende sul suo volto…”

  2. gionata ha detto:

    Sai M. una parola in fondo non è che una parola… tutto stà nel valore che gli diamo e a volte le rivoluzioni passano proprio attraverso le parole…

    Ricordo ancora quando un’amica mi raccontava che in Germania , negli anni 70, quando i gay e le lesbiche decisero di scegliere una parola con cui essere indicati, visto che nella lingua tedesca c’erano solo parole spregiative per definirli, scelsero la parola più volgare e rozza da allora vollero essere indicati solo con quella… oggi, dopo anni di lotte e fiumi d’inchiostro, quella parola non è più un’offesa ma solo un termine, come un altro, che indica correntemente i gay e le lesbiche tedeschi…

    Ecco perchè su Noemi sentirai tante volte la parola Lesbica e credente… perchè a volte anche le parole sono pietre con ci costruire nuovi ponti…

    Un abbraccio da Tutte e Tutti Noi… e torna spesso a trovarci…

  3. sandra ha detto:

    Concordo pienamente con la prima fra se: il Vaticano è il luogo dove più si è tradito to il messaggio evangelico!
    Ogni giorno che passa, leggendo i giornali riguardo qualche discorso del Papa, mi rendo conto di quanto sia chiuso e di vedute molto limitate! Poi l’ultima notizia è paradossale: ha revocato la scomunica ad un vescovo lefevbriano (e mi sta anche bene) che aveva negato i crimini più efferati nei confronti degli ebrei da parte dei nazisti e poi non ammette i ragazzi che hanno altre tendenze (gay, rispettabilissime) in Seminario!: è veramente un’assurdità!

  4. Lavinia ha detto:

    Cara Rosa,molto bella questa intervista che non avevo ancora letto.Un abbraccio grande.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...